Politecnico di Torino (logo)

Link correlati

Il Gabinetto di Architettura antica e Tecnica degli stili

Mostra fotografica

Laura Montanaro - Prorettore del Politecnico di Torino
Nicoletta Fiorio Plà - Responsabile dell'Area Bibliotecaria e Museale

Il nostro Ateneo, tramite la costituzione della "Commissione per la tutela e la promozione dei beni archivistici e museali", ha inteso promuovere le attività di studio e valorizzazione dei beni culturali in un'ottica di condivisione della conoscenza. La mostra fotografica Il Gabinetto di Architettura Antica e Tecnica degli Stili, allestita presso la sede di corso Duca degli Abruzzi, si inserisce in un quadro di attività finalizzate a far scoprire la grande bellezza e rilevanza culturale del nostro patrimonio storico, con attenzione anche all'apertura ad un pubblico ampio di studiosi e appassionati.

La progettazione della Mostra, inaugurata con un workshop aperto anche agli studenti, ha costituito una prima sperimentazione di collaborazione trasversale tra strutture e saperi differenti: l'Area Bibliotecaria e Museale, il Dipartimento Interateneo di Scienze Progetto e Politiche del Territorio e il Dipartimento di Architettura e Design. L'intero percorso culturale proposto è stato realizzato grazie all'operare insieme di docenti e personale impegnato a vario titolo nella conservazione e valorizzazione del patrimonio storico dell'Ateneo: tale attività è stata, per tutti gli attori del processo, molto stimolante sia sotto il profilo metodologico che sotto quello dei risultati della ricerca e ci auguriamo costituisca una best-practice anche per esperienze future.

L'analisi del fondo fotografico posseduto dalla Biblioteca Centrale di Ingegneria (in particolare le indicazioni fornite dai timbri impressi sui positivi) ha reso possibile riscostruire un'antica e dimenticata collezione già presente nel suo nucleo originario presso la Scuola di applicazione per gli ingegneri: quella del Gabinetto di Architettura Antica e Tecnica degli Stili. Tale istituto, a partire dall'ultimo quarto dell'Ottocento e per circa cinquant'anni, ha acquisito e conservato testi a stampa, fotografie, tavole grafiche di rilievo e di progetto, modelli in gesso e cemento, mettendo a disposizione degli studenti strumenti didattici per l'epoca molto innovativi e aggiornati.

Riteniamo che il prodotto editoriale che presentiamo a completamento della Mostra e del workshop costituisca un ulteriore contributo alle fonti utili a conoscere la storia del Politecnico di Torino che, fin dalle sue origini, si è distinto nell'utilizzo di strumenti didattici all'avanguardia per la formazione dei propri allievi.

Desideriamo anche porre l'attenzione sulla tipologia di prodotto editoriale realizzato: un e-book ad accesso aperto che vuole essere una prima sperimentazione di ciò che auspichiamo possa diventare una linea editoriale del Politecnico di Torino. Si tratta di un primo importante passo nella direzione di diffondere, con l'aiuto delle nuove tecnologie e in modalità open-access, i prodotti delle attività di ricerca, approfondimento e divulgazione del personale del nostro Ateneo.

L'e-book che introduciamo ha presentato da un punto di vista editoriale alcune sfide interessanti, legate all'impaginazione e alla resa del ricco apparato iconografico che costituisce il catalogo: un testo in formato elettronico deve offrire funzionalità utili a rendere interattiva la lettura e agile la navigazione.

La scelta di pubblicare ad accesso aperto il primo prodotto editoriale in formato elettronico interamente prodotto dall'Ateneo speriamo sia di esempio e stimolo per proseguire una strada intrapresa dal Politecnico ormai da molti anni.